Ricorrere alla Vergine por ottenere il suo aiuto é stata una delle pratiche piú frequenti dei suoi figli durante tutta la storia della Chiesa. Il sentire comune del Popolo di Dio non sbaglia. Forse non sa dare delle ragioni che convincano i piú eruditi, ma ha sempre funzionato, e molto bene.

Dio, Padre nostro, si muove a compassione alle richieste della Vergine se si danno due motivi: riconoscere che senza di Lei brancoliamo nella notte piú oscura e che Dio non puó negare nulla alla sua splendida verginitá. Basta porre tutti i nostri dolori, persino quelli della Chiesa universale, nelle pieghe del suo manto e Lei viene in nostra difesa.


 «Appare la Signora»

Quando incalzano i problemi della vita,
appare rifulgente, nella mia mente, la Signora,
come luce nel mio cammino,
come torcia in una notte terrificante.

E la mia ansia cerca in Lei
le conquiste delle glorie dell’Immenso,
poiché è Madre accogliente,
che protegge con la forza potente dell’Eterno.

Fiducia sono le mie preci,
e nei suoi zeli palpitanti di carezze materne
vado lasciando quanto possiedo,
e riposo riposata con i frutti del suo petto.

È Signora con immensa potenza,
che, qual Madre Corredentrice, essendo Vergine,
rapisce gli amori del Dio vivo.

La mia conquista è nelle braccia di Maria,
perché Lei mi protegge, quando imploro
in richiesta di silenzio supplicante.

Oggi la mia anima è afflitta
per la ferita palpitante della Chiesa;
e ho guardato la Signora,
che mi ha detto con nobiltà:
















Non ti affliggano i progetti che caducano
con gli uomini di questo suolo,
il tuo ricorso è nell’Altezza;
con le pieghe del mio manto io lo avvolgo.

Sono la Madre che ottiene in verginea potenza
quanto vuole dal Dio vivo,
poiché Signora Egli mi fece dei Cieli,
nel suo infinito disegno.

Confida, non titubare,
le tue cose Io le ottengo.


25-5-1974


Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia