Dio è amore per essenza, fortezza, bontà… Com’è grande Dio…! Com’è infinito in ciascuno dei suoi attributi…! E in ciascuno di quegli attributi è tutto l’essere, e l’essere è tutti gli attributi.
5847953852_374aafd36c_o

     Perché a me, mio Dio Amore, è dato entrare così dentro il tuo infinito essere…?

     Il Padre si sta contemplando in sé stesso. E, al contemplarsi e abbracciarsi, sta contemplando come Egli si è amore. E, al contemplare come si è amore, sta contemplando, in questo attributo dell’amore, tutto il suo essere infinito, giacché ogni attributo è tutto l’essere. E nell’attributo dell’amore, sta conoscendo tutti gli attributi, come in ciascuno degli altri attributi. […]

     Per questo, il Padre contemplandosi si conosce totalmente in tutto il suo essere, si abbraccia, si penetra… E, al vedersi così infinito in infinità di attributi e perfezioni, al vedersi quanto dilettevole, desiderabile, buono, amoroso e felice si è di per sé; si contempla così contento e così gaudioso, al vedersi tale qual è, che, dalla sovrabbondanza di essere amoroso, gli esce -senza uscire- tutto il suo essere.

     Tutto il suo infinito, fecondo e terribile essere gli esce, per quanto è contento il Padre al vedersi così buono! Gli esce tutto il suo essere come in un’esplosione di gioia, come in un grido di felicità, di contento… Gli esce -senza uscire- in una buona Parola! E questa Parola è lo scoppio di essere gioioso, lo scoppio di essere gaudioso che, dalla sovrabbondanza di essere, esce gridando per il Verbo. Per il Verbo…!

     Come lo vedo chiaro…! Il Padre sta gridando, ma per il Verbo…! […]

     All’amare il Verbo, esce al Padre tutto il suo essere come amore; ed il Verbo, all’amare il Padre, canta tutto il suo essere come amore. E siccome in quell’amore del Padre al Verbo e del Verbo al Padre va tutto il loro essere, lo Spirito Santo è tutta la perfezione divina.a0ec946dfc1ba29097e44e3ae3ac8e05--church-windows-holy-spirit

     Poiché, non essendoci in Dio parti, quella espirazione amorosa, che esce dal Padre al Verbo e dal Verbo al Padre, è tutto l’essere infinito come amore; giacché in Dio tutto è essere, e ciascun attributo è tutto l’essere, e l’essere è ciascuno degli attributi… […]

     Lo Spirito Santo è la Persona Amore in Dio, che contiene in sé, per l’amore del Padre e del Verbo, tutto l’essere divino.

     Lo Spirito Santo è tutto l’essere che esce al Padre e al Verbo nell’attributo dell’amore, all’amarsi come Persone.

Lo Spirito Santo è tutto l’essere del Padre e del Verbo che esce loro -senza uscire- all’amarsi.

     Dio, quando si dà, si dà intero e totalmente in tutta la sua infinità, poiché in Lui non ci sono parti. Se fosse possibile dire: «La cosa più piccola in Dio», quell’attributo più piccolo in Dio sarebbe tutti gli attributi e, pertanto, tutto l’essere; giacché, come abbiamo detto, in ogni attributo è contenuto tutto Dio, non essendoci in Lui parti. Egli si è l’Essere che, essendosi, è.holyspirit

     Lo Spirito Santo è l’amore buono che sorge dal Padre all’amare il Verbo e dal Verbo all’amare il Padre. Poiché il Padre ed il Verbo, all’amarsi, si amano con tutto il loro essere infinito, e dall’infinità dell’amore paterno e filiale, sorge l’infinita Persona Amore: lo Spirito Santo.

     Lo Spirito Santo è tutta la perfezione divina, poiché Dio, come dicevamo prima, non avendo parti, quando si dà, si dà per intero in tutta la sua infinità.

     Per questo, quando il Padre dice una Parola, questa Parola contiene tutta la sua perfezione; e così infinitamente la contiene, che, nonostante questa Parola sia il suo Verbo, il suo Figlio, è tutto il suo essere. Contiene tutto il suo essere questa Parola, perché Dio, quando si dà, lo fa come Dio, come infinito Dio buono. […]

campo-de-flores-en-primavera     Anima-Chiesa, vedi com’è buono Dio…? Vedi com’è infinito Dio…? Vedi come si dà…? Ebbene quando Egli ti si dà, ti si dà totalmente, infinitamente, per esigenza del suo essere che, per essere infinito e non avere parti, deve darsi totalmente.

     E se ti sembra che Dio si dia poco, non è per causa sua; è per causa nostra, che non apriamo l’anima affinché entri l’infinità di Dio, e per questo motivo lo possediamo poco. Infatti quando Egli si dà, per esigenza del suo essere, deve darsi come Dio; e siccome Dio non ha parti, quando si dà, si dà intero, ma ciascuno di noi lo ha secondo la capacità che, per riempirsi di Lui, gli apre.

     Dio è infinito. Si è l’Infinito! Si è l’Amore, si è il Buono, il Buon Amore buono…! E quando si dà, si dà come Dio e come Amore buono. […]

     Oh, Dio mio…! Se le anime contemplassero con il Padre, dovrebbero cantare con il Verbo e arderebbero nel fuoco dello Spirito Santo, adempiendo il fine per il quale siamo stati creati; giacché la vita della grazia è la stessa di quella che un giorno, in luce, contemplando Dio faccia a faccia, avremo nel Cielo.2699775330_2a0b668778

     Lì, nello Sguardo del Padre, l’anima contemplerà la perfezione infinita, e si vedrà trasformata, secondo la sua capacità e per partecipazione, in quella stessa perfezione infinita ed in ciascuno dei suoi attributi e sfumature. Si vedrà santa per partecipazione, si vedrà vergine e si vedrà regina… […]

     L’anima al vedersi così bella e così trasformata, piena di amore, partecipando dell’amore del Padre al contemplare, e dell’amore del Verbo al cantare, con il Padre amerà il Verbo e con il Verbo amerà il Padre, e, per partecipazione, rimarrà bruciata e trasformata nell’Amore del Padre e del Figlio, che è lo Spirito Santo. […]

     E tutto questo l’anima farà nell’unico seno che c’è in Dio; giacché, in Dio, non c’è altro che un essere che ciascuna delle Persone possiede in pienezza. L’anima, avendo per partecipazione ciò che Dio ha per natura, partecipa così di Dio. […]

     E lì, bruciata nell’impeto e nella corrente infinita delle cascate impetuose dell’essere di Dio, l’anima sarà uno scoppio di amore partecipato nello Spirito Santo. […]

     Dio mio, perché sei infinito, perché Ti sei Colui che ti sei, prostrata con il volto a terra, abbattuta sotto la polvere della mia miseria, perché sei buono, perché sei infinito, ti amo, ti adoro.

 

22-9-1959

 

 
Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia
 
Frammento del tema: «DIO È AMORE». (Tratto dal libro: «La Chiesa e il suo mistero»).

 Nota.- Per scaricare il tema completo clicca qui.pdf