Per quanto riguarda la catechesi che annuncia la Misericordia, ci aiuterà nel corso di questo Anno magnifico, il lavoro che ha realizzato Madre Trinidad nel libro “Frutti di Preghiera“, così ben preparato, vissuto ed apprezzato da lei.

Sotto l’ampio titolo “VIVERE NELLA VERITÀ”, propone alcuni paragrafi che ci prenderanno per mano lungo il nostro itinerario, affinché non perdiamo questa grande scoperta, che più che conoscenza mentale è esperienza di vita.

 

La fiducia assoluta e sincera in Dio nostro Padre come stile permanente di vita.

Unicamente i semplici del Vangelo sono capaci di confidare nel cuore di Dio, poiché con la perspicacia accumulata nel corso della vita, sanno che solo Lui è fedele ed “è all’altezza delle circostanze”. Qualsiasi esse siano. Senza la fiducia non ci può essere Misericordia.

 

Dio è Amore, e per entrare in Lui occorre un grande amore di fiducia in nostro Padre, che, ardendo nello Spirito Santo, sta aspettando la venuta di tutti i suoi figli. (27-3-59)

Perché non trovano gli uomini pienezza nelle loro attese? Perché non attendono Dio, unica pienezza dell’uomo. (17-4-70)

Gli uomini che non hanno scoperto il cuore di Dio, o abusano di Lui ribellandosi con disprezzo ed indifferenza o si spaventano per le imperfezioni delle loro proprie miserie quando s’avvicinano all’Infinito. Com’è importante conoscere Dio per rispondergli come Egli merita e trovarsi nel centro della sua volontà! (18-8-73)

Oh, se gli uomini conoscessero il cuore immenso di Dio, che ama, si dà interamente e che in risposta, soltanto chiede la nostra donazione, secondo il modo personale, e talvolta imperfetto, della nostra consegna! (18-8-73)

Come può Dio ad un figlio che è zoppo chiedergli che non zoppichi? Come può chiedere ad un paralitico che cammini, o ad un cieco che veda? Come può Dio chiedere l’impossibile? Per questo, Egli, che conosce le nostre debolezze, ci chiede soltanto una totale consegna tenendo conto delle deficienze della nostra propria natura. (18-8-73)

Quando lo scoraggiamento vorrà impadronirsi di te, pensa che è tutta la sapienza del sapientissimo Essere infinito che, conoscendoti, ti amò e ti scelse con predilezione eterna. Davanti a tanto amore di Dio, chi potrà diffidare? (1-3-61)

Credo che non ci sia mancanza che tanto ferisca il cuore di nostro Padre come la sfiducia, giacché essa va direttamente contro l’amore misericordioso della Misericordia Incarnata. (21-3-61)

Perché mi turbo quando sono delusa dalle creature? Perché riposi in esse la mia fiducia, senza pensare a quel che dice la Scrittura: «Maledetto colui che confida nell’uomo che non può salvare». (12-12-61)

L’infanzia evangelica consiste nel confidare tutto nel Padre, sapendo che il suo amore farà in noi tutto ciò che, alla nostra piccolezza, è impossibile conseguire. (12-11-63)

Sii piccolo, vedendo in tutto ciò che ti accade la mano amorosa di Dio che, con cuore di Padre, ti vuole far entrare nel suo seno. (6-1-64)

Come ci fa bene di tanto in tanto qualche scappellotto da parte di nostro Padre Dio! Più che castighi, sono baci affettuosi che noi non vogliamo vedere. (19-9-66)

Perché ti preoccupi tanto di te come se non avessi Padre? Mancanza di fede nell’amore che Dio ha per te! (19-9-66)

Quello che senti, e anche quell’altro, per quanto sia cattivo, se tu non lo vuoi, non spiace a Dio. Confida…, confida; Egli è amore. (21-4-67)

Molte volte Dio permette diverse difficoltà affinché noi prudentemente cerchiamo di risolverle e, mettendole nelle sue mani con fiducia ed amore, gli chiediamo tutto con umiltà. (3-11-76)

 

 
Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia