L’amore puro e incondizionato a Dio e, attraverso di Lui, a tutti gli uomini è la forza inarrestabile che spezza la logica meschina e calcolatrice del mondo. La croce –che molto spesso schiviamo, ma che tutti portiamo su di noi– diventa il trofeo più grande per l’anima innamorata. E’ quella che Dio stesso scelse per darci la sua massima dimostrazione d’amore ed è in Essa che attende la nostra risposta amorosa al suo dono.

«L’amore chiede crocifissione, e la sofferenza aumenta l’amore».

 

 

Il regalo più prezioso per l’anima innamorata, è la croce di Cristo, dove Egli ci dà la sua gloria. (6-4-67)

La croce è il regno dell’amore per noi che cerchiamo ed amiamo Cristo crocifisso. (22-4-75)

Come potrà dire di amare, colui che, di fronte al dolore della persona amata, si spaventa e l’abbandona nella sua agonizzante solitudine? (16-8-77)

L’amore ha bisogno di dare al Signore il massimo, e ciò, mentre stiamo sulla terra, si dimostra rimanendo sul Calvario con il divino Crocifisso. (1-2-64)

Il trionfo dell’amore è la croce, poiché solo in essa si dimostra alla persona amata l’amore. (16-8-77)

 

La maggiore gioia dell’anima innamorata, è quella di poter soffrire qualcosa per e con la persona amata. (6-4-67)

Dici che ami e fuggi il dolore? Scusa, anima cara, ti confondi. L’amore chiede crocifissione, e la sofferenza aumenta l’amore. (30-10-61)

Il pane di coloro che amano sta sulla croce, dove l’Amore infinito ci si è dato in manifestazione cruenta per portarci a Lui. (14-4-67)

Grazie, Signore, per farmi partecipare delle tue agonie, solitudini, incomprensioni e pene di morte. Grazie, mio Gesù, grazie! (22-4-75)

 

Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia