Io ho fede… E per questo credo ¬fermamente che Cristo riempì la Chiesa dei suoi poteri divini per mezzo dei Sacramenti; mediante i quali, l’uomo è capace di alzare sé stesso e di alza¬re, per i meriti del Sangue redentore del Divino Crocifisso, gli uomini caduti, innestandoli per il Sacramento del Battesimo, come i tralci nella vite, in Cristo, e da Lui, con Lui e in Lui, con il Padre e lo Spirito Santo:

bautismo_vidriera«Gli undici apostoli, intanto, andarono in Ga¬lilea, sul monte che Gesù aveva loro fissato. Quando lo videro, gli si prostrarono innanzi; alcuni però dubitavano. E Gesù, avvicinatosi, disse loro: “Mi è stato dato ogni potere in Cielo e in terra. Andate dunque e ammaestrate tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo, insegnando loro ad osservare tutto ciò che vi ho comandato. Ecco, ‘Io-sono-con-voi’ tutti i giorni, fino alla fine del mondo”»;

così da rendere quelli che crederanno, attraverso il Sacramento del Battesimo, templi vivi di Dio, dimore dell’Altissimo e partecipi della vita divina; qui in fede, e nel domani dell’Eter¬nità in gaudio gloriosissimo e felicissimo, in quanto vivranno in partecipazione, per la vita della grazia che ci rende figli di Dio ed eredi della sua gloria, della stessa vita che Dio vive nella sua intercomunicazione trinitaria di Famiglia Divina, in compagnia di tutti i Beati e Angeli di Dio, intonando in inno di gloria: «Tu solo Santo, Tu solo Signore, Tu solo Altissimo Gesù Cristo».

Io ho fede, e perciò credo che, per mezzo del mio Battesimo, sono figlia della Santa Madre Chiesa, la Nuova Sion, e, resa una sola cosa con i miei Vescovi amati e sotto la Sede di Pietro, in essa, per Cristo, con Cristo e in Cristo, sono figlia di Dio, partecipe della vita divina ed erede della sua gloria.

«È la Chiesa –scrivevo il 13 settembre 1963– che, mediante il Battesimo, riempie la capacità che Dio mise in te affinché fossi figlio suo. È il Battesimo la porta che ti introduce nel seno di tuo Padre Dio e ti rende partecipe della Famiglia Divina, mediante l’unzione della Di¬vinità che, cadendo su di te, ti fa avere un sacer¬dozio mistico, ricevuto dal Sommo ed Eterno Sacerdote, che, per la tua filiazione divina, devi vivere nella sua massima perfezione.

Se tu sapessi, […] il grande mistero che la Divinità ti comunica il giorno in cui, per mezzo della Chiesa, divieni figlio di Dio ed erede della sua gloria…! La Trinità eterna, nella sua verginità occulta e misteriosa, si effonde verso di te, in modo che le tre divine Persone, dimorando nel tuo intimo, sono l’Eterno Vivente nella tua anima piccolina di cristiano.»

«Mediante il Battesimo, tu diventi figlio di Dio ed entri in IMG-20160630-WA0001una comunicazione familiare con l’Eterno Vivente, dentro di te, nei suoi Tre; sei unto con un sacerdozio mistico, ma vivo, che ti fa essere, con Cristo, mediatore, intercessore e comunicatore della vita divina agli uomini. […]

«È la Chiesa che, con cuore di Madre, ti ha introdotto a partecipare nel segreto fondo, nel midollo profondo di tuo Padre Dio. Chiama Dio ‘Padre!’, e così vivi ciò che sei.»

«Non c’è vocazione come la tua vocazione, non c’è chiamata come la tua, non c’è predilezione così grande come quella che l’Eterno eb¬be nei tuoi confronti il giorno in cui, per mezzo della tua Chiesa Cattolica, Apostolica e sotto la Sede di Pietro, ti fece figlio suo e ti incorporò al grande mistero del Cristo Totale.»

«Tutto ciò che Dio ha per natura, tu lo hai per regalo gratuito che, attraverso la tua Chiesa, Egli ti ha dato affinché tu lo viva in partecipazione piena e felicissima come vero figlio.»

«Tutti i doni che il Signore effonderà durante tutta la tua vita sulla tua anima sono secondari, sono conseguenza di questo e in relazione ad esso. È questo che ti ha reso figlio dell’In¬finito, che ti ha inserito nel piano divino; giacché, disinserito per il peccato originale, non potevi entrare nella regione dei figli di Dio.

Maria, tua nuova Madre, l’Eva salvatrice, è il mezzo che Dio si è scelto per darsi alla tua anima, per Cristo, con cuore di Madre e amore di Spirito Santo.

Tutto sono regali per il figlio di Dio! La stessa Chiesa, Cristo e Maria sono regali che l’Amo¬re Infinito ha dato alla tua anima affinché, per mezzo loro, tu potessi entrare a partecipare al festino infinito e gaudioso di tuo Padre Dio.»

 
Madre Trinidad de la Santa Madre Iglesia
 
Frammento del tema: «IO HO FEDE». (Collana «Luce nella notte. Il mistero della Fede dato in sapienza amorosa» Opusc.nº 17)

 

Nota.- Per scaricare il tema completo clicca qui.
pdf
 

 IMG_20170825_114640

Sono Chiesa e, per questo, io godo di tutto quanto Dio è nel suo esseersi eterno, partecipando della sua felicità, sotto l’impulso amoroso dello Spirito Santo. (14-9-74)

La vita della grazia è che, non solo Dio vive la sua vita in noi per essenza, presenza e potenza, ma che, nell’innestarci in Gesù Cristo per mezzo del battesimo, viene a vivere la sua vita con noi in comunicazione di amici. (13-2-67)

Quale gioia sapere che quello che Dio fa in sé e per sé stesso, lo fa nella mia anima per me…! (2-12-62)

L’anima, poiché è libera, nel conoscere Dio aderisce a Lui come Questi è; e poiché è tre Persone, si unisce a tutte e tre, passando a vivere, per partecipazione, con esse, della loro stessa attività; contemplando con il Padre, esprimendo con il Verbo, ed amando con e nell’Amore infinito dello stesso Spirito Santo. (9-1-65)

Ascolta, anima cara, che il Padre ti sta dicendo la sua infinita Parola nell’amore dello Spirito Santo, oggi, nel centro della tua anima, solamente per te; e te la sillaba a seconda della tua capacità e della tua attuazione affinché tu, conformandoti a questo dire amoroso, ti faccia Trinità per partecipazione. (15-10-63)

Anima-Chiesa, qualunque tu sia, lanciati alla ricerca dell’infinito Essere, dove troverai la sovrabbondante ricchezza che soddisferà ogni tua appetizione di possesso. Ma lascia tutto quello che, interponendosi nel tuo camminare verso l’incontro con Dio, t’impedisce di sapere –di assaporare– il gaudio infinito della Famiglia Divina nella sua saporosa perfezione. (14-9-74)